Si salva solo Castro, ripresa da incubo: i top e i flop del Chievo

Questi gli aspetti positivi e negativi della prova gialloblù contro il Bologna.
20.03.2017 10:00 di Paolo Lora Lamia   vedi letture
Si salva solo Castro, ripresa da incubo: i top e i flop del Chievo
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Daniele Buffa/Image Sport

TOP

Castro: L'argentino è l'unica nota positiva della prestazione fornita dal Chievo contro il Bologna in terra emiliana. Nel corso del primo tempo, si è inserito con costanza in fase offensiva tenendo in apprensione la retroguardia emiliana. La ciliegina sulla torta della sua ottima prima parte di gara è il gol che dà il momentaneo il vantaggio ai gialloblù: su suggerimento di Inglese, l'ex Catania non sbaglia a tu per tu con Da Costa. Nella ripresa anche la prova di Castro cala come quella dei suoi compagni, ma avuto comunque il merito di portare in vantaggio il Chievo dopo un primo tempo ben giocato.

FLOP

Il secondo tempo: Nei mesi passati, il Chievo aveva fornito un paio di prestazioni assolutamente deludenti (contro Crotone e Atalanta), sbagliando l'approccio fin dai primi minuti. Non è stato esattamente così ieri contro il Bologna, dato che la squadra gialloblù è inspiegabilmente crollata nella ripresa dopo un primo tempo ordinato e concluso meritatamente in vantaggio. Nel corso dei secondi quarantacinque minuti, i giocatori in maglia clivense arrivavano sempre secondi sul pallone, mentre i dirimpettai bolognesi sembravano indemoniati: i quattro gol subiti sono un chiaro segnale della supremazia felsinea. Come ha detto Maran nel post partita, la sensazione è che la squadra pensasse che il match fosse già in discesa, calando per questo motivo sul piano della concentrazione. Un incidente di percorso (o almeno questo è ciò che sperano i tifosi gialloblù), con la speranza che il Chievo abbia grande voglia di riscattare questa brutta caduta alla ripresa del campionato contro il Crotone.