Difesa solida, attacco poco incisivo: i top e i flop del Chievo

Aspetti positivi e negativi della prova gialloblù contro l'Udinese.
06.02.2017 12:05 di Paolo Lora Lamia   vedi letture
Difesa solida, attacco poco incisivo: i top e i flop del Chievo
TUTTOmercatoWEB.com
© foto di Federico Gaetano

TOP

La fase difensiva: Dopo un periodo di appannamento totale - 13 gol subiti in 4 partite tra fine 2016 e inizio 2017 - il Chievo ritrova quella solidità difensiva che da sempre è una delle caratteristiche principali della squadra gialloblù. Nella sfida di ieri contro l'Udinese, i temibili attaccanti friulani Thereau e Zapata - oltre al talentuoso De Paul - sono stati largamente limitati dal reparto arretrato clivense. Stona nell'ottima prova difensiva del Chievo l'espulsione di Cesar, compensata dall'ingresso di Spolli che ha contribuito a mantenere il risultato sullo 0-0 fino a fischio finale. Zero gol subiti nelle ultime due partite: Maran a ritrovato il muro difensivo che conosceva.

FLOP

Attacco poco incisivo: Dal punto di vista offensivo, è stata una delle gare peggiori del Chievo in questa stagione. Praticamente nessun tiro in porta, con Meggiorini che svariato su tutto il fronte offensivo senza mai rendersi pericoloso e Pellissier che non ha mai messo in difficoltà la difesa friulana con i suoi soliti guizzi. Le cose non sono migliorate con l'ingresso in campo di Inglese e anche i centrocampisti non hanno dato una grossa mano in avanti, con inserimenti e conclusioni. Per il momento sono tornati i risultati - 4 punti nelle ultime due gare -, adesso i tifosi sperano che torni anche l'intraprendenza offensiva di inizio stagione.