Stepinski il migliore, impossibile bocciare qualcuno: i top e i flop del Chievo

Aspetti positivi e negativi della prova gialloblù contro la Fiorentina.
28.01.2019 10:20 di Paolo Lora Lamia   Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Stepinski il migliore, impossibile bocciare qualcuno: i top e i flop del Chievo

TOP

Stepinski: probabilmente la miglior partita del polacco da quando veste la maglia del Chievo. Lotta come un leone su ogni pallone, talvolta arretrando fino a metà campo per conquistare palla e smistarla ai compagni. Detta legge in area di rigore, colpendo un palo nel corso del primo tempo e poi segnando di testa la rete che riapre la gara. Lo spirito Chievo ormai è entrato a far parte di lui: sarebbe un peccato privarsi di un giocatore del genere per la seconda parte di stagione.

Giaccherini: il regista offensivo del Chievo, da cui partono diverse azioni offensive. Giostra sulla trequarti per poi svariare su tutto il fronte offensivo, rifornendo i compagni con precisi suggerimenti. Suo il gol dell'1-1, ma l'arbitro decide di annullare per via di un cavillo del regolamento. Non cala di intensità nel finale: decisamente uno dei trascinatori clivensi.

NESSUN FLOP

Come si può giudicare negativamente uno dei giocatori scesi in campo in maglia gialloblù dopo una partita del genere? Nonostante l'immediato svantaggio, i due episodi avversi capitati nel primo tempo (gol annullato a Giaccherini e rigore negato a Pellissier), la squadra ha continuato a lottare e a cercare la vittoria. Anche nel finale, quando tutto sembrava ormai perduto (con la doppietta di Chiesa intervallata dal rigore sbagliato da Pellissier), il Chievo comunque ha provato a riaprire il match con il colpo di testa vincente di Djordjevic. Piaccia o non piaccia ai detrattori: questa squadra ha gli attributi e non regalerà punti a nessuno.