Primo tempo gagliardo, ripresa da dimenticare: i top e i flop del Chievo

Aspetti positivi e negativi della prova gialloblù contro la Sampdoria.
26.12.2018 17:10 di Paolo Lora Lamia   Vedi letture
© foto di Federico Gaetano
Primo tempo gagliardo, ripresa da dimenticare: i top e i flop del Chievo

TOP
Pur giocando contro la Sampdoria che dà spesso il meglio di sé sul proprio terreno di gioco, il Chievo gioca un primo tempo decisamente coraggioso. Pressing alto da parte dei giocatori di Di Carlo, che ringhiano sui dirimpettai doriani in ogni zona del campo impedendo loro di orchestrare le manovre tipiche del calcio di Giampaolo. Tra i più attivi Kiyine e Leris: il marocchino riceve palla dai compagni o riconquista il pallone per poi smistarlo con qualità a chi con lui partecipa alla manovra offensiva. Abbastanza frequenti le sue conclusioni, così come quelle dell’esterno francese, protagonista di un’ottima prima frazione di gioco sulla corsia di destra in entrambe le fasi.

FLOP
Ad un primo tempo gagliardo fa da contraltare una ripresa decisamente da dimenticare. Il lampo iniziale di Quagliarella non giustifica un atteggiamento decisamente arrendevole da parte del Chievo. Emblematiche le prova di Kiyine e Leris: tra i migliori nel primo tempo, decisamente sottotono nella seconda parte della gara. Male anche la coppia Stepinski-Meggiorini, deludente in fase conclusiva per tutto l’arco della gara. Discutibile anche qualche scelta di Di Carlo che, sotto 2-0, non ha aumentato il peso offensivo della squadra puntando su Pellissier - in stato di grazia - o Djordjevic. Nella ripresa, in sintesi, non si è visto lo spirito Chievo: se i gialloblù cominciano a mancare anche sotto questo aspetto, la strada verso la salvezza si fa davvero dura.