Paloschi cecchino, Hetemaj non molla mai: le pagelle gialloblù di Lazio-Chievo

 di Alberto Vallenari  articolo letto 607 volte
© foto di Federico De Luca
Paloschi cecchino, Hetemaj non molla mai: le pagelle gialloblù di Lazio-Chievo

Bizzarri 7: Fantastico l’intervento nel primo tempo su Candreva. Sicuro quando viene chiamato in causa. Sul gol di Klose era difficile fare di più.

Frey 6,5: Sempre attento, sia a destra che a sinistra.

Dainelli 5: Si fa scappare Klose in occasione del gol e nella ripresa perde un pallone pericoloso ai trenta metri (64’ Sardo 6: Entra bene nel match pur giocando da centrale)

Cesar 6: Buona gara, anche se forse in occasione del gol di Klose sembra indeciso se stare al centro dell’area o andare in raddoppio sul tedesco.

Zukanovic 5,5: Candreva lo mette in difficoltà ed il gialloblù sembra faticare (46’ Botta 6: Gli manca sempre quel qualcosa in più, ma va comunque vicino al gol di testa).

Schelotto 6: Si vede poco nel primo tempo, mentre nel secondo presidia bene la sua fascia.

Izco 6: Luci e ombre per lui. Prova comunque sufficiente.

Radovanovic 6: Come il compagno di reparto alterna cose buone ad altre meno buone. Prova il gol dell’anno tirando da centrocampo, dimostrando personalità.

Hetemaj 7,5: Ottima prova del finlandese per spirito di sacrificio ed abnegazione. Le prende e ne da, non molla mai. È lui a mettere in area il pallone del pari.

Pellissier 5,5: Chiuso bene dalla difesa avversaria fatica a rendersi pericoloso (70’ Fetfatzidis 5,5: Ha sui piedi il pallone della vittoria nel finale ma perde troppo tempo facendosi recuperare dai difensori avversari).

Paloschi 7,5: Nel primo tempo tanto lavoro di fisico contro la difesa biancoceleste e nessun tiro. Alla prima conclusione trova il gol (da rapace dell’area di rigore) e negli ultimi minuti sfiora il raddoppio.