Leris generoso, Tanasijevic timido: i top e i flop del Chievo

Aspetti positivi e negativi della prova gialloblù contro il Cagliari.
05.12.2018 23:20 di Paolo Lora Lamia  articolo letto 417 volte
© foto di Antonello Sammarco/Image Sport
Leris generoso, Tanasijevic timido: i top e i flop del Chievo

TOP

Leris: torna in pista il francese, rimasto ai box nelle ultime uscite dopo che D'Anna gli aveva dato una discreta fiducia. L'ex Primavera è nettamente più convincente rispetto alle sue precedenti esibizioni, risultando uno dei migliori in maglia gialloblù. Nel primo tempo, oltre a segnare l'1-1 con un preciso diagonale di destro, gioca con grande caparbietà sulla corsia di destra mettendo in mezzo qualche cross insidioso per le punte. Non cala di intensità nella ripresa e, nel finale, serve a Depaoli il pallone che per poco non vale il 2-2.

Semper: buona, anzi buonissima, la prima in gialloblù per il portiere arrivato in estate dalla Dinamo Zagabria. Viene chiamato in causa in più circostanze, in particolare su calcio piazzato, rispondendo sempre nel migliore dei modi. Memorabile la sua parata ad inizio ripresa, quando si oppone alla zampata ravvicinata di Farias, allungandosi sulla sua destra e deviando in corner. Non può nulla sui due gol del Cagliari.

FLOP

Tanasijevic: dopo l'espulsione-lampo rimediata in campionato contro il Sassuolo, il serbo ha l'occasione per rifarsi in Coppa Italia. Viene schierato nel ruolo di terzino destro e, nel corso del primo tempo, soffre tremendamente l'intraprendenza di Pajac sulla sua corsia di competenza. Raramente, infatti, riesce a contenerlo e sono poco frequenti anche le sue sortite offensive. Dieci minuti dopo l'inizio della ripresa, lascia il posto a Depaoli. Ha ancora molto da migliorare.

Stepinski: rispetto al compagno di reparto Djordjevic è più mobile, cercando di duettare con il serbo o con Kiyine e Giaccherini. Sono rare però le occasioni in cui riesce a rendersi pericoloso. Nel primo tempo, su cross dalla destra di Tanasijevic, manda di testa il pallone alto mentre, nella ripresa, impegna severamente Rafael ma parte in posizione irregolare al momento del lancio. Troppo poco: deve tornare quello di inizio stagione.