Le pagelle del Chievo - Meggiorini letale, Hetemaj perfetto

 di Paolo Lora Lamia  articolo letto 811 volte
Fonte: Tuttomercatoweb.com
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Le pagelle del Chievo - Meggiorini letale, Hetemaj perfetto

Bizzarri 6: in pratica gli unici interventi sono qualche presa abbastanza semplice sui cross ed un paio di tiri deboli.

Schelotto 6,5: tornato nel ruolo che fu suo alle origini, se la cava bene sia in fase difensiva che offensiva.

Gamberini 6,5: zero errori, tanta esperienza e qualche dolore che lo costringe a lasciare anzitempo il campo.Dal 69‘ Dainelli 6: entra quando la partita ha poco da fare, a parte lo sterile assedio cagliaritano nel finale.

Cesar 6,5: in teoria dovrebbe soffrire la velocità di Sau. In teoria, perché in pratica non va mai in difficoltà.

Frey 6: spostato a sinistra, non supera quasi mai la linea del centrocampo ma in difesa concede davvero poco.

Birsa 6,5: il compito di dare fantasia alla manovra sarebbe suo. Non è che diverta più di tanto, ma sbaglia poco ed offre qualche bel pallone. Dal 65‘ Botta 5: nota stonata nella serata clivense. Esagera nei dribbling e sbaglia quasi ogni decisione che è chiamato a prendere.

Izco 6,5: Maran al proprio centrocampo chiede quantità, quantità e quantità. Accontentato.

Radovanovic 6: anche lui ci mette tanta corsa e pure un pizzico di impostazione che alla fine non dispiace, con appena meno grinta del compagno.

Hetemaj 7: ineccepibile. Servirebbe davvero una sola parola per descrivere la sua prestazione, che però ne meriterebbe tante. Sempre generoso, copre tutta la fascia sinistra e come al solito si fa apprezzare in qualsiasi fondamentale.

Meggiorini 7: sfrutta l’ottima intesa col compagno di reparto per siglare la rete del vantaggio al termine di un contropiede letale. Con la sua velocità mette in grande difficoltà la difesa del Cagliari. Dal 62‘ Pellissier 6,5: voto al simbolo più che alla partita, di per sé quasi anonima. Il Chievo si salva, con il proprio leader, morale e non solo, in campo.

Paloschi 6,5: funge da rifinitore nell’azione dell’1-0, prova a farsi marcatore nella ripresa, ma Di Bello giustamente annulla. Come i compagni, in generale come tutta la partita, più convincente nel primo tempo che nella ripresa.