Gamberini gol pesante, Hetemaj imprendibile: i top e i flop del Chievo

Questi gli aspetti positivi e negativi della prestazione del Chievo contro la Fiorentina.
 di Paolo Lora Lamia  articolo letto 403 volte
© foto di Federico Gaetano
Gamberini gol pesante, Hetemaj imprendibile: i top e i flop del Chievo

TOP:

Gamberini: Al terzo anno in gialloblù, finalmente il difensore riesce a trovare il suo primo gol con la maglia clivense. Una rete molto importante, che sblocca una gara avara di emozioni nel primo tempo. La sua prestazione è stata positiva non solo perchè ha siglato il provvisorio vantaggio ma anche sul piano difensivo, dato che gli attaccanti biancocelesti - soprattutto in zona centrale - quasi mai si sono resi pericolosi.

Dainelli: Considerando le sue prestzioni di inizio stagione, sembra quasi che il lungo stop per infortunio sia stato un fatto positivo per il difensore centrale, che ora ha recuperato la condizione e sta giocando davvero ad alti livelli. Insieme al collega di reparto Gamberini vince a mani basse il confronto con un avversario scomodo come Immobile e guida con autorità il reparto arretrato clivense.

Hetemaj: Prestazione digrande sostanza per il centrocampista finlandese. Per quasi tutto il primo tempo - e in alcune fasi della ripresa - il gioco si è svolto per lo più a centrocampo, dove l'ex Brescia si è fatto valere contro i rivali laziali. Sempre di aiuto per la difesa per poi essere presente anche nelle azioni di contrpiede, i giocatori della Lazio hanno dovuto spesso ricorrere al fallo - tavlonta da ammonizione - per fermarlo: davvero un motorino instancabile.

FLOP:

Castro: Per la verità la sua prova è stata negativa solo in alcuni aspetti. Se in fase difensiva l'argentino ha fatto pienamente il suo dovere, sono mancati quasi completameente i suoi inserimenti in avanti che tanto avevano fatto comodo al Chievo nella scorsa stagione. I tifosi attendono con ansia di vedere il vero Castro.

Birsa: Cosi' come era successo a Firenze, lo sloveno non riesce ad incidere. Si abbassa spesso sulla linea dei centrocampisti per prendere palla e provare a dare qualità alla manovra offensiva del Chievo, che però raramente lo vede protagonista. Le azioni gialloblù più pericolose infatti sono partite dalle corsie esterne. 

Attacco generoso ma non pungente: E' una delle costanti di questo inizio di stagione. Anche contro al Lazio gli attaccanti scesi in campo - Meggiorini e Pellissier dall'inizio, Inglese a gara in corso - non si sono risparmiati in fase difensiva, ma quasi mai sono riusciti a pungere in avanti. Maran dovrà certamente lavorare su questo aspetto, perchè i loro gol sono fondamentali per il raggiungimento della salvezza.