Bene le punte e la fase difensiva: i top e i flop del Chievo

Aspetti positivi e negativi della prova gialloblù contro la Sampdoria.
 di Paolo Lora Lamia  articolo letto 362 volte
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Bene le punte e la fase difensiva: i top e i flop del Chievo

TOP

La coppia Meggiorini-Pellissier: Per tante domeniche l'attacco del Chievo è stato criticato per la poca concretezza sotto porta, mentre oggi le due punte schierate da Maran, cioè Pellissier e Meggiorini, meritano solo elogi. Nel primo tempo infatti tengono in costante apprensione la difesa doriana, sia sul piano del pressing che delle occasioni create. Hanno inoltre il merito di segnare i due gol che decidono la partita e di non calare di intensità nella ripresa.

La fase difensiva: Nella conferenza stampa pre partita, Maran aveva sottolineato quanto sarebbe stata importante la compattezza di squadra contro un avversario insidioso sul piano offensivo contro la Sampdoria. Detto, fatto: il Chievo oggi è sceso in campo con il baricentro più basso rispetto ad altre gare casalinghe, chiudendo tutti gli spazi per poi ripartire in contropiede e creare diverse occasioni da gol. Il muro gialloblù è crollato solo al quarto minuto di recupero, quando la Samp però non avea più tempo per provare a pareggiare. Dal punto di vista della solidità difensiva - unita ad un sufficiente cinismo sotto porta - probabilmente è stata la miglior gara stagionale della squadra di Maran.

FLOP

E' difficile trovare una giocatore clivense che non merita la sufficienza dopo la prova di oggi. Probabilmente il giocatore meno in evidenza del reparto offensivo è stato Birsa e le due mezze ali non si sono inserite in avanti con la solita continuità, ma tutti e tre hanno contribuito a rendere piùsolida la fase difensiva clivense. Il risultato poteva essere con maggiore scarto, ma si tratta comunque di piccolezze in una prova motlo positiva da parte di tutti.