Super Iago Falque: battuto un Chievo battagliero

Il Chievo esce sconfitto ma a testa alta dalla trasferta di Torino contro i granata.
 di Paolo Lora Lamia  articolo letto 278 volte
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Super Iago Falque: battuto un Chievo battagliero

Con carattere anche molta sofferenza, il Torino prevale nella sfida casalinga contro il Chievo. Mihajlovic schiera Belotti al centro del suo attacco, nonostante l’attaccante sia stato in dubbio fino all’ultimo per via di un attacco influenzale avuto in settimana. Maran risponde con un inedito 4-3-2-1, con Birsa e De Guzman dietro all’unica punta Pellissier.

I primi minuti della partita chiariscono che le due formazioni intendono affrontarsi a viso aperto. Al sesto minuto Castro prova a servire Pellissier in area con un bel passaggio d’esterno ma Barreca chiude in fallo laterale. Pochi istanti più tardi il Torino orchestra un interessante contropiede che però non viene concluso bene da Belotti. Al decimo minuto Barreca mette in mezzo dalla sinistra un insidioso cross, respinto con i pugni da Sorrentino. Un minuto più tardi, Pellissier impatta di testa su un pallone pervenutogli dalla destra, ma lo spedisce sul fondo. Al quarto d’ora sale in cattedra Ljajic - ammonito in precedenza per aver messo le mani sul volto di Cacciatore dopo aver chiesto un rigore - , che entra in area, effettua un paio di dribbling e calcia ma un difensore clivense devia in corner. Al minuto 23’ Zappacosta mette in mezzo dalla destra per Belotti che manda il pallone alto sopra la traversa. Due minuti più tardi Belotti guadagna una punizione dal limite avendo subito fallo da Dainelli, che viene ammonito. Al minuto 28’ si fa vedere in avanti il Chievo, con Pellissier che conclude verso la porta mandando il pallone sul fondo. Pochi istanti più tardi la palla arriva al centro dell’area a Gobbi che, di testa, non riesce ad impensierire Hart. Al minuto 32’ Castro si rende protagonista di un’azione personale, entrando in area dalla sinistra ma calciando debolmente dalle parti del portiere granata. Due minuti più tardi ci prova Ljajic dalla trequarti, ma il suo tiro non impensierisce Sorrentino. Al minuto 35’ però il Torino passa in vantaggio: bel cross dalla sinistra di Barreca per Iago Falque che di testa non sbaglia. L’ex Roma si scatena due minuti più tardi, siglando il 2-0 con uno Straordinario sinistro a girare da dentro l’area che non lascia scampo al portiere clivense. Il Chievo prova subito a reagire con un cross dalla destra di Cacciatore sfiorato da Birsa e allontanato dalla retroguardia torinista. Al  di là di quest’azione i gialloblù non creano pericoli dalle parti di Hart fino al termine del primo tempo, che si conclude con il Torino avanti 2-0.

Cambio offensivo per il Chievo ad inizio ripresa, con Meggiorini che entra al posto di Izco. Il nuovo entrato ci prova dopo cinque minuti con una splendida rovesciata su assist di Gobbi che vs sul fondo. Pochi istanti dopo ci prova Belotti, ma il suo sinistro va alto sopra la traversa. Al minuto 56’ il Chievo si rende pericoloso con un colpo di testa di Pellissier respinto dai difensori del Torino, la palla rimane vicino all’area e arriva a Birsa che prova la conclusione, ma anche in questo caso il pallone viene spiazzato via. Nella squadra granata pochi istanti dopo entra Obi per Baselli. Dopo tali cambio, un colpo di testa di Pellissier viene intercettato in area con il braccio da Barreca, ma l’arbitro non decreta il rigore. Al minuto 69’ esce l’autore dei due gol Iago Falque ed entra al suo posto Boye. Nel Chievo invece entra Inglese al posto di Meggiorini, che deve già abbandonare il campo per uno scontro precedente. Fiammata granata a venti minuti dalla fine, con Obi che conclude verso la porta costringendo Sorrentino alla deviazione in corner. Nella parte finale del match il Chievo prova, con più foga che raziocinio, a riaprire il match, mentre il Torino quando può riparte in contropiede. A dieci minuti dalla fine Maran si gioca l’ultima carta inserendo il giovane Jallow al posto di De Guzman. Ultimo cambio anche nella squadra di Mihajlovic, con Acquah che prende il posto di Benassi. Al minuto 84’ il Chievo va vicino al gol della speranza: su cross dalla sinistra, interviene Castro di testa e Hart devia in angolo. Corner sugli sviluppi del quale Inglese segna di testa la rete che può riaprire la partita. A due minuti dalla fine la squadra gialloblù rimane in dieci uomini per l’espulsione di Cacciatore, che in più occasioni ravvicinate ha protestato con l’arbitro Chiffi. Dopo tre minuti di recupero, il Torino festeggia una vittoria importante e sofferta. Per il Chievo una prestazione a tratti molto buona, sicuramente non rinunciataria - su un campo difficile come quello granata - e anche un po disfortuna in alcuni episodi.

Questo il tabellino della gara:

Torino-Chievo 2-1

Marcatori: 35’ pt Falque, 37’ pt Falque, 40’ st Inglese

Torino F.C. 1906: Hart, Zappacosta, Castan, Rossettini, Barreca, Baselli (12’ st Obi), Valdifiori, Benassi (37’ st Acquah), Ljajic, Belotti, Falque (24’ st Boyè).
A disposizione: Padelli, Cucchetti, Bovo, Moretti, Lukic, De Silvestri, Ajeti, Martinez, Lopez.
Allenatore: Sinisa Mihajlovic.

A.C. ChievoVerona: Sorrentino, Cacciatore, Dainelli, Gamberini, Gobbi, Izco (1’ st Meggiorini, 24’ st Inglese), Radovanovic, Castro, De Guzman (36’ st Jallow), Birsa, Pellissier.
A disposizione: Seculin, Confente, Cesar, Spolli, Frey, Sardo, Rigoni, Costa.
Allenatore: Rolando Maran.

Arbitro: Sig. Daniele Chiffi di Padova.
Ammoniti: Ljajic, Dainelli, Castan
Espulsi: al 43’ st Cacciatore per proteste