Pellissier: "Vogliamo rispetto, lotteremo fino in fondo"

Le parole del capitano gialloblù in conferenza stampa.
20.02.2019 16:15 di Paolo Lora Lamia  articolo letto 268 volte
Fonte: TGGialloblu.it
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Pellissier: "Vogliamo rispetto, lotteremo fino in fondo"

Parola al capitano, come sempre nei momenti difficili. Dopo la pesante sconfitta di domenica contro l'Udinese, arrivata grazie ad un dubbio rigore fischiato a favore dei friulani, Sergio Pellissier si fa sentire. Dopo le dichiarazioni nel post partita, ecco quelle nella conferenza stampa di oggi: "Sono molto arrabbiato. Dopo tanti anni di permanenza nella massima serie, penso ci voglia un minimo di rispetto anche per noi. Dopo le decisioni prese contro la squadra, tutto è passato in sordina e nessuno si è mai esposto. Dispiace vedere queste cose perché purtroppo il calcio di bello, ha ancora poco; così si rischia di rovinarlo del tutto".

Il numero 31 si è poi soffermato sul suo recupero dall'infortunio e sulla stagione del Chievo: "Fisicamente sto meglio, ma non penso di essere pronto per la gara contro il Genoa. Non voglio rischiare di perdermi l’ultima parte del campionato. E’ un’annata difficile per come è iniziata a prescindere dai vari episodi registrati con il VAR nelle ultime gare. Dobbiamo essere bravi a rimboccarci le maniche e provarci fino in fondo contro tutto e tutti. Finchè la matematica me lo permette, io non smetto di crederci. Abbiamo dimostrato di potercela giocare con tutti e allo stesso tempo, siamo stati artefici di pessime partite che erano già vinte, ma non siamo riusciti a chiudere definitivamente (vedi Empoli). Il calcio è questo".

Un pensiero infine sul suo futuro e su come può finire la stagione clivense: "Sarebbe triste pensare di chiudere la mia carriera con una retrocessione, ma ragiono di anno in anno perché ci sono tante cose da valutare. Adesso sto pensando solo a raggiungere l’obbiettivo il prima possibile. Avere un allenatore che crede in te, riesce a farti tirare fuori il meglio che hai. Fino a quando avrò gambe e fiato, non potrò mai smettere di credere in quello che faccio. Il mercato di gennaio? Ci ha portato via giocatori importanti, ma ne ha portati altri, sempre essenziali per il nostro gioco. Dobbiamo retrocedere? Vogliamo farlo da Chievo”.