Marcolini: "Il Cagliari si è rafforzato molto, dovremo saper soffrire"

Queste le dichiarazioni rilasciate in conferenza stampa dal tecnico del Chievo Marcolini in vista della sfida di Coppa Italia contro il Cagliari.
16.08.2019 21:55 di Paolo Lora Lamia   Vedi letture
Fonte: TGGialloblu.it
Marcolini: "Il Cagliari si è rafforzato molto, dovremo saper soffrire"

Secondo impegno stagionale per il Chievo che, dopo aver superato il Ravenna ai rigori, si appresta ad affrontare il Cagliari nel match valido per il terzo turno di Coppa Italia. Nella conferenza stampa tenuta oggi, il tecnico gialloblù Michele Marcolini ha parlato di questa sfida: "Nella gara contro il Cagliari dovremo saper soffrire. Mi aspetto un lavoro, una determinazione ed una compattezza di squadra. I nostri avversari si sono rafforzati moltissimo e sarà un match difficilissimo. Più che al risultato, guarderò alla prestazione. Faticheremo parecchio, per cui sarà necessario mostrare lo spirito di gruppo. Se ci riusciremo, mi piacerebbe vedere più cinismo e una buona dimestichezza nella gestione della palla".

I rossoblù sono allenati da Rolando Maran, tecnico che in passato si è seduto anche sulla panchina clivense e che Marcolini stima molto: "Mi fa piacere incontrarlo. Nella sua carriera ha ottenuto meno di quanto meritato. Sia al Chievo che al Catania, ha fatto benissimo. Ogni sua squadra riesce a mantenere un grande equilibrio".

Non manca molto all'inizio del campionato di Serie B, ma la concentrazione di squadra e allenatore gialloblù sono rivolti ala sfida di Coppa Italia. Contro il Cagliari, infatti, il Chievo può compiere un passo in avanti sul piano dell'autostima e della compattezza, in un momento in cui la formazione veneta è ancora un cantiere aperto. Lo ha sottolineato Marcolini nel corso della conferenza: "Dopo la Coppa saremo impegnati col Perugia. Già col Cagliari però metterò in campo la formazione migliore, puntando su chi dovrà rimanere in rosa".

Probabili dunque ancora diversi cambiamenti nella rosa clivense, con alcuni giocatori rimasti dopo la scorsa stagione che potrebbero lasciare Verona (Tomovic e Hetemaj sono i nomi più caldi in questo senso) e altri elementi pronti a sostituirli.