Maran: "Il Toro sta bene e ha qualità, vogliamo fare una grande partita"

Le parole di Maran in conferenza stampa.
 di Paolo Lora Lamia  articolo letto 124 volte
Fonte: chievoverona.it
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Maran: "Il Toro sta bene e ha qualità, vogliamo fare una grande partita"

Il tecnico del Chievo Rolando Maran è intervenuto oggi in conferenza stampa per parlare della sfida di domani contro il Torino. Inizialmente però è tornato sull'ultimo match di campionato, che la sua squadar ha avinto in casa contro il Cagliari: "La cosa buona è che dopo la vittoria è tornato lo spirito sbarazzino di sempre piuttosto che il braccino corto e anche in questa settimana la squadra ha lavorato nel modo migliore. Questo aspetto ci dà l'autostima giusta per tornare ad affrontare le gare con il piglio giusto, da Chievo".

Sull fatto che gli ultimi 8 gol gialloblù siano arrivati da 8 marcatori diversi: "Non ci avevo fatto caso, credo che sia una cosa positiva. Vuol dire che tutti partecipano all'azione e hanno la volontà di portare in vantaggio il Chievo o comunque di segnare.

Sulla formazione granata: "Troviamo un Toro che sta bene, che ha grande qualità e che non nasconde le proprie ambizioni perchè sa di avere un organico di prim'ordine. E' anche vero che noi abbiamo sempre venduto cara la pelle e anche domani andremo in campo per fare una grande partita e per far si che la vittoria contro il Cagliari abbia ancora più valore".

Sulal situazione indisponibili: "La squadra sta bene e si è allenata nel modo migliore. Abbiamo 2/3 defezioni, ma non ci devono turbare. Hetemaj, Floro Flores e Bastien non saranno convocati". 

Su chi potrebbe giocare sulla terquarti tra Birsa e De Guzman: "Entrambi hanno delle peucliarità che devono essere sfruttate. Al di là di chi sceglierò la squadra dovrà mettere in campo sia forza fisica, per contrastare il Torino che è forte da questo punto di vista, ma anche sviluppare bene le nostre idee di gioco". 

Sull'importanza della vittoria contro il Cagliari sul piano psicologico: "Ci siamo abituati bene: qualche anno fa la vittoria poteva mancare da più tempo e andava tutto bene, oggi basta che manchi per qualche giornata e facciamo la bocca storta. Credo che questo sia un motivo di crescita da parte nostra perchè crediamo di più in noi stessi. Come ho detto la settimana scorsa, il fatto di non vincere per qualche tempo ha creato magari delle ruggini per quanto riguarda aspetti per noi imprescindibili come il coraggio e la vittoria col Cagliari deve dare quella spensieratezza con cui abbiamo sempre affrontato le partite".

Sulla lotta salvezza, che vede le ultime quattro squadre della classifica in grande difficoltà: "La corsa che facciamo è su di noi, non sugli altri. I risultati delle altre squadre contribuiscono a determinare la classifica che sicuramente è importante. ma sicuramente noi non giudichiamo il nostro risultato e la nostra prestazione in base ai risultati degli altri. Noi facciamo la corsa su di noi e vogliamo continuare a migliorarci come stiamo facendo da due anni a questa parte".

Sul collega granata Mihajlovic: "Sta mostrando le sue idee anche a Torino, menttendo sempre in campo una squadra quadrata, aggressiva e che punta sempre al risultato pieno. Credo che da questo punto di vista ci assomigliamo, perchè il Chievo al di là di tutto va in campo sempre per cercare di vincere".