Maran: "Cerchiamo con rabbia il risultato, il Sassuolo concederà poco"

Le parole di Maran in conferenza stampa.
02.03.2018 17:40 di Paolo Lora Lamia  articolo letto 367 volte
Fonte: chievoverona.it
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Maran: "Cerchiamo con rabbia il risultato, il Sassuolo concederà poco"

Il tecnico del Chievo Rolando Maran è intervenuto oggi in conferenza stampa, per parlare della delicata sfida in programma domenica pomeriggio al Bentegodi contro il Sassuolo. Queste sono state le sue prime dichiarazioni: “L’atteggiamento non deve cambiare, deve essere quello di una squadra che scende in campo per fare i fatti. Stiamo lavorando per questo e vogliamo ribadire questo concetto fortemente. E’ presto per dire chi sarà disponibile e chi no perché mancano ancora due allenamenti, ma anche questa è stata una settimana travagliata. Abbiamo avuto alcuni giocatori che non si sono allenati e altri che si sono allenati a parte: mi rimane difficile ricordarli tutti. Questo però deve farci alzare l’attenzione e l’attaccamento: tutti stanno lavorando per dare un contributo, anche se qualche contrattempo l’abbiamo avuto. Inglese e Giaccherini si sono allenati a parte per gran parte della settimana: sarà importante calibrare bene i novanta minuti, avendo sempre in campo una squadra in grado di fare la partita come vogliamo".

Sulla sconfitta di Firenze: “Mi è rimasta una grande arrabbiatura, dovevamo fare qualcosa in più. Rivedendo la partita, però ho capito quante reali difficoltà ci ha causato il vento, perché c’è stata troppa differenza nell’entita della prestazione delle due squadre tra primo e secondo tempo. Loro sono stati bravi a trovare il gol sfruttando un’ingenuità nostra, mentre noi non ci siamo riusciti anche nel finale ci siamo andati vicini. Rimane tanta rabbia, perché potevamo tornare a casa con un risultato positivo e non ci siamo riusciti. Questo deve alimentare in noi la fame che dovremo avere in campo domenica”.

Su che match si aspetta domenica: “Deve essere una partita dominata dalla voglia di fare, in noi non deve subentrare la paura. Troveremo una squadra che, per il difficile periodo che sta attraversando, ci concederà poco e quindi non sarà una partita semplice. Come nell’ultima gara casalinga, dovremo avere la pazienza giusta e l’equilibrio giusto per continuare per tutti i novanta minuti. Col Cagliari siamo riusciti a sbloccarla nel secondo tempo: anche domenica non dovremo demordere, dovremo avere pazienza e cercare con rabbia il risultato. Avere pazienza non vuol dire non dare ritmo alla gara, ma cercare con lucidità e senza ansia il risultato contro una squadra che copre bene tutti gli spazi”.

Se si aspetta qualche possibile variazione tattica da parte del Sassuolo: “Ho letto anch’io che potrebbe essere così, ma noi lavoriamo per non avere sorprese. Dovremo essere pronti a qualsiasi evenienza, preparando soluzioni diverse”.

Sui motivi che hanno portato il Chievo a subire tanti gol nell’ultimo periodo: “Bisogna essere più tosti, arrivando primi sulla seconde palle e vincendo i propri uno contro uno. Noi dovremo essere bravi ad arrivare prima degli altri, attaccando ogni palla come se fosse l’ultima. Questo è il Chievo e non possiamo prescindere da questo: sono stati chiaro con i giocatori in settimana su questo punto. Abbiamo condiviso questa cosa: dovremo essere bravi in questo, anche perché incontreremo una squadra che avrà anch’essa questo tipo di atteggiamento”.

Su come è tornato Bani dopo lo stage in azzurro: “Sicuramente ha aumentato l’entusiasmo che già ha per il bel momento che sta attraversando. Son convinto che lo stage gli abbia fatto bene: ha perso qualche seduta con noi, però è rientrato senza avere problemi e si è rimesso subito a disposizione”.