La Samp castiga un Chievo troppo sprecone: gialloblù battuti 4-1

Il Chievo rimedia contro la Sampdoria la seconda sconfitta consecutiva.
 di Paolo Lora Lamia  articolo letto 76 volte
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
La Samp castiga un Chievo troppo sprecone: gialloblù battuti 4-1

Oggi è andata in scena Sampdoria-Chievo, match valido per l’11^ giornata di Serie A. Giampaolo piazza Caprari sulla trequarti, dietro alla coppia Zapata-Quagliarella. Viviano torna a difendere la porta doriana, prendendo il posto di Puggioni. C’è un ritorno importante anche nel Chievo: è quello di Meggiorini, che debutta in campionato dal primo minuto come partner di Inglese. Al posto dello squalificato Hetemaj, giocherà invece Bastien.

Partenza sprint del Chievo, che dopo pochi secondi prova la conclusione con Inglese senza impensierire Viviano. Risponde la Samp al quarto minuto, con un insidioso cross di Zapata spazzato via da Cacciatore. Al minuto 13’, la squadra gialloblù costrusce un fulminante contropiede al termine del quale Meggiorini, su assist di Birsa, conclude ad un passo dal palo alla destra di Viviano. Altra occasione per il Chievo tre minuti dopo: Meggiorini serve in area Bastien che, da buona posizione, spara di poco sopra la tarversa. I gialloblù continuano a premere e, al minuto 18’ hanno un’altra occasione: Bastien recupera una palla a centrocampo, si invola verso la porta e, invece di servire un compagno a centro area, conclude sul fondo. La Samp prova a rispondere con una conclusione di Quagliarella, che però termina sul fondo. Al ventesimo, i blucerchiati passano in vantaggio: Quagliarella riceve palla in area e premia l’inserimento di Linetty, che deposita il pallone alle spalle di Sorrentino. Risponde subito il Chievo al minuto 23’: Inglese serve col mancino Birsa in area che, di testa, manda il pallone fuori di poco. Un minuto più tardi, i gialloblù trovano finalmente il pareggio: corner di Birsa e colpo di testa vincente di Cacciatore, che firma l’1-1. La Samp si conferma micidiale nello sfruttare ogni occasione da gol che le capita dato che, al minuto 26’, Torreira riporta in vantaggio i suoi con una magistrale punizione. Qualche secondo più tardi Viviano nega a Meggiorini l’immediato 2-2. Nei minuti successivi i ritmi infernali della prima calano leggermente, ma il Chievo cerca comunque di trovare il pareggio. Ci prova Inglese al minuto 38’, con una girata dal limite dell’area deviata in corner da un avversario. Quattro minuti più tardi, sugli sviluppi di un calcio di punizione, Gobbi riceve palla in area e prova la conclusione sfiorando il palo alla sinistra di Viviano. Ad un minuto dalla fine  del primo tempo, si sviluppa il solito copione andato in scena in precedenza: il Chievo crea e spreca, la Samp segna alla prima occasione. Dopo aver recuperato palla a centrocampo, l’azione blucerchiata si sviluppa sulla destra, con Quagliarella che serve in area Zapata che a porta vuota non sbaglia. E’ l’ultima emozione di un primo tempo starosferico per emozioni, che temrina con i padroni di casa avanti 3-1.

Nessun cambio nelle due squadre ad inizio ripresa. Il Chievo comincia subito ad attaccare, con uan conclusione di Inglese bloccata da Viviano. Risponde subito Caprari, che costringe Sorrentino alla deviazione in corner con i piedi. Altra occasione per i blucerchiati al minuto 55’, con una conclusione dalla lunga distanza di Zapata che termina di poco sul fondo. Scampato il epricolo, il Chievo torna a farsi pericoloso in avanti, guadagnando un paio di corner. Primo cambio per la squadra di Giampaolo al minuto 61’, con Ramirez che prende il posto di Caprari. La partita continua ad essere bellissima, con azioni pericolose da una parte e dall’altra. Per la parte finale del match, Giampaolo decide di dare più sostanza al suo centrocampo inserendo Barreto al posto di Praet. L’azione d’attacco del Chievo non è più intensa e continua come nel primo tempo e quindi, per provare a cambiare qualcosa, maran getta nella mischia Pellissier al posto di Meggiorini a venti minuti dalla fine. Altro cambio per i gialloblù al minuto 76’, con Garritano che prende il posto di Bastien. A otto minuti dalla fine, Maran (espulso qualche minuto prima per proteste), si gioca l tutto per tutto facendo entrare Pucciarelli al posto di Radovanovic. Pochi istanti dopo tale sostituzione, la Samp chiude il match con il secondo gol di giornata realizzato da Torreira (grande conclusione da fuori area sugli sviluppi di un corner). Il match termina quindi con la vittoria dei blucerchiati per 4-1.

La Sampdoria si riscatta alla grande dopo il k.o. sul campo dell’Inter e si consolida in sesta posizione. Seconda sconfitta consecutiva per il Chievo, rimediata però con una prova decisamente più positiva rispetto a quella fornita contro il Milan.Questo il tabellino della gara:

Sampdoria-Chievo 4-1

Marcatori: 19’ pt Linetty, 24’ pt Cacciatore, 26’ pt Torreira, 44’ pt Zapata, 39’ st Torreira.

U.C. Sampdoria: Viviano, Sala, Silvestre, Ferrari, Strinic, Linetty (43’ st Verre), Torreira, Praet (22’ st Barreto), Caprari (16’ st Ramirez), Quagliarella, Zapata. A disposizione: Puggioni, Tozzo, Dodò, Regini, Bereszynski, Murru, Alvarez, Capezzi, Kownacki. Allenatore: Marco Giampaolo.

A.C. ChievoVerona: Sorrentino, Cacciatore, Dainelli, Tomovic, Gobbi; Castro, Radovanovic (38’ st Pucciarelli), Bastien (31’ st Garritano); Birsa; Meggiorini (25’ st Pellissier), Inglese. A disposizione: Seculin, Confente, Cesar, Gamberini, Bani, Depaoli, Jaroszynski, Rigoni, Gaudino. Allenatore: Rolando Maran.

Arbitro: Sig. Daniele Doveri di Roma.

Ammoniti: Castro, Praet, Dainelli, Cacciatore, Linetty.

Note: al 26’ st è stato allontanato dal campo Rolando Maran per proteste.