Inglese: "Sheva il mio idolo, col Milan ce la giocheremo"

L'attaccante del Chievo ha parlato della gara di stasera contro il "suo" Milan.
 di Paolo Lora Lamia  articolo letto 161 volte
Fonte: La Gazzetta dello Sport
© foto di Federico De Luca
Inglese: "Sheva il mio idolo, col Milan ce la giocheremo"

Quello in programma questa sera al Bentegodi contro il Milan non sarà un match come gli altri per Roberto Inglese, da sempre tifoso rossonero. L'attaccante del Chievo ha rilasciato un'intervista a La Gazzetta dello Sport, nella quale ha parlato inizialmente proprio del suo tifo per il club di Berlusconi: "La mia scuola calcio era affiliata al Milan. Nel 2004, come regalo di Natale, ci portarono a San Siro a vedere Milan-Fiorentina 6-0: era il MIlan del mio idolo Shevchenko e delle finali di Champions vinte e perse".

Sul Chievo: "Non siamo più una favola di provincia, ma una realtà organizzata che sa quando attaccare come si è visto a Pescara. Vinciamo perchè c'è un gruppo dove chiunque viene inserito alla perfezione. Il gruppo forte rende anche gli allenamenti divertenti e Maran insegna. Lo devo ringraziare perchè è il primo allenatore che mi ha dato piena fiducia".

Sulla sfida di stasera: "Del Milan mi piace Bacca, ma a loro toglierei Bonaventura. Noi comunque siamo forti e ce la giocheremo. Un giocatore molto importante è Birsa, perchè sui calci piazzati mette la palla dove vuole e fa da raccordo con le punte".

Sul suo futuro e sulla sua crescita: "Al Chievo sto benissimo, ho un contratto fino al 2020. Mi piacerebbe però un giorno tornare al Pescara dove sono cresciuto, magari in Serie A. Spero di giocare con continuità, fare più di tre gol e migliorare nelle occasioni e nelle conclusioni. Non avendo un grande dribblig gioco sempre a due tocchi, come chiede Maran".