Gobbi: "Dobbiamo tornare a vincere, al Chievo sto bene"

Le parole di Gobbi in conferenza stampa.
 di Paolo Lora Lamia  articolo letto 130 volte
Fonte: TGGialloblu.it
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Gobbi: "Dobbiamo tornare a vincere, al Chievo sto bene"

L'esperto terzino del Chievo Massimo Gobbi è intervenuto oggi in conferenza stampa, parlando inizialmente del grave infortunio capitato domenica scorsa a Castro: "Il nostro modo di giocare non deve cambiare. E’ difficile trovare un alter-ego del “Pata”. Lui è un’artista e non solo con la chitarra in mano. Chi giocherà al suo posto farà bene, anche se con caratteristiche diverse. Abbiamo sempre dimostrato che la nostra forza è il gruppo; adesso lo dimostreremo ancora di più".

Sulla prossima sfida di campionato, in casa contro la Spal: "Sarà una partita importante. Il campionato è lungo, ma non dobbiamo sbagliare. Ci prepareremo bene con la consapevolezza delle nostre possibilità. Non guardiamo la classifica, ma pensiamolo come uno scontro diretto. Veniamo da due pareggi importanti, ma dobbiamo tornare a vincere".

Sull'obiettivo di raggiungere le 400 presenze in Serie A: "Spero di raggiungere questo traguardo importante. La prima partita giocata me la ricordo come se fosse ieri: fu un Cagliari-Bologna del 2004, vinta 1 a 0. Tutte le partite giocate sono state fondamentali per la mia crescita: alcune sono state difficili, tristi, altre facili, ma ho sempre imparato qualcosa lungo il mio percorso".

Su come si sta trovando al Chievo e sul suo futuro: "Non ho mai pensato di lasciare il Chievo. Ho sempre l’entusiasmo di un ragazzino e voglia di fare la cosa più bella che c’è. Qui, si sta benissimo e lo faccio con grandissimo piacere. I giovani hanno qualità e grinta. Noi “vecchietti” siamo sempre al loro fianco. Penso proprio che sia questo l’esempio migliore per aiutarli a migliorarsi. Non molliamo un centimetro perché quello che si vede poi in campo, è il frutto del lavoro svolto negli allenamenti. Futuro? Non so cosa mi aspetta. Tutti i ruoli sono comunque difficili da ricoprire, ma ci sarà tempo per valutare il tutto. Adesso penso solo al Chievo".