Frosinone cinico e letale: Chievo fermato in terra ciociara

La squadra allenata da Marcolini perde 2-0 in quel di Frosinone con una prova sottotono e si ferma dopo 10 risultati utili consecutivi.
10.11.2019 23:20 di Paolo Lora Lamia   Vedi letture
© foto di Federico Gaetano
Frosinone cinico e letale: Chievo fermato in terra ciociara

Due squadre retrocesse, che vogliono al più presto tornare in Serie A. Si tratta di Frosinone e Chievo, in campo questa sera allo “Stirpe” per la 12^ giornata di Serie B. Entrambe le compagini con il 3-5-2, co Marcolini che decide di giocare a specchio così come contro il Crotone. Esordio dal primo minuto per il giovane Rovaglia nei veneti.

Nei primi minuti di gioco i moduli identici producono tanto equilibrio e poche occasioni. L’episodio che sblocca la gara avviene al 19’: doppio errore di Leverbe, che prima perde il pallone e poi interviene con la mano in area per fermare un cross. Dal dischetto di presenta Dionisi, che non sbaglia. La squadra di nesta sfiora il raddoppio al 26’: tentativo di Ariaudo sugli sviluppi di un corner e grande risposta di Semper. La reazione del Chievo si traduce solo in una rovesciata di Rovaglia bloccata agevolmente da Bardi. Il primo tempo termina dunque con i crociati avanti 1-0.

Poco dopo l’inizio della ripresa, Marcolini decide di aggiungere peso in attacco inserendo Ceter al posto di Rovaglia. Un cambio che non spaventa il Frosinone, che raddoppia al 54’: Maiello serve sulla sinistra Ciano, cross in mezzo non intercettato da nessun difensore del Chievo, sbuca sul secondo palo Paganini che firma il 2-0. Tre minuti dopo Ciano deve abbandonare il campo: al suo posto Novakovich. Marcolini risponde gettando nella mischia Vignato al posto di Leverbe, passando così al 4-3-1-2. Vignato non ci mette molto ad accendersi, servendo al 62’ in area Rodriguez che calcia trovando l’opposizione di Ariaudo. Al 66’ nesta perde anche Maiello, sostituito da Zampano. La squadra di Marcolini non vuole mollare e, al 70’, va alla conclusione con Giaccherini che sfiora l’incrocio dei pali. Dopo una possibile occasione per il Frosinone, al 75’ Garritano prende il posto di Giaccherini nelle file del Chievo. E’ sempre vignato l’uomo in più dei clivensi: al 90’ci prova da fuori area trovando la grande risposta di Bardi. Pochi istanti dopo la storia si ripete, con una conclusione di Vignato respinta dal portiere frusinate.

Si tratta dell’ultimo tentativo clivense del match, che termina con il Frosinone vittorioso per 2-0. La squadra di Nesta continua a risalire la classifica, mentre il Chievo si ferma dopo 10 risultati utili consecutivi.