È già un altro Chievo: bloccato il Napoli sullo 0-0

Buona la prima per Di Carlo, che conquista un punto al San Paolo.
25.11.2018 17:40 di Paolo Lora Lamia  articolo letto 233 volte
È già un altro Chievo: bloccato il Napoli sullo 0-0

Il Chievo ha voltato pagina. Aveva chiesto esattamente questo Di Carlo ieri in conferenza stampa, desideroso di vedere in campo una formazione che lottasse su ogni pallone dando tutto fino all'ultimo minuto. i giocatori in maglia clivense non hanno deluso il loro mister riuscendo a fermare il Napoli di Carlo Ancelotti sul pareggio.

Per la prima gara del suo nuovo corso al Chievo, Di Carlo si affida al 4-3-1-2 come sistema di gioco, puntando sulla qualità di Birsa sulla trequarti alle spalle della coppia formata da Meggiorini e Pellissier. 4-4-2 molto offensivo invece per Ancelotti, che posiziona Ounas e Callejon sulle corsie esterne e si affida a Mertens e Insigne in avanti. Fin dai primi minuti, si capisce quale sarà il copione della gara: il Napoli farà la partita, ma il Chievo ribatterà colpo su colpo. I gialloblù, infatti, non sembrano neanche parenti de giocatori scesi in campo negli ultimi mesi. La squadra di Di Carlo ha esso in campo lucidità, aggressività e voglia di rendersi pericolosa quando ne ha l'opportunità. È ciò che accade al minuto 16' quando Obi, dopo alcuni tentativi partenopei andati a vuoto, conclude due volte verso la porta nel giro di pochi secondi. Nella prima circostanza Malcuit riesce a respingere, nella seconda la palla prende solo l'esterno della rete. Scampato il pericolo il Napoli torna riversarsi in avanti, rimanendo per tanti minuti nella metà campo avversaria ma senza creare importanti palle gol. Merito della granitica fase difensiva del Chievo, con i centrocampisti che ringhiano sui portatori di palla avversari e di difensori sempre attenti quando arriva la palla in area di rigore. Azzurri particolarmente pericolosi poco prima dell'intervallo, quando Callejon conclude trovando la respinta di Sorrentino

Nella ripresa il Napoli scende in campo con maggiore convinzione, costringendo il Chievo ad arretrare il proprio baricentro. A questo punto sale in cattedra Sorrentino, straordinario per come si oppone ai tentativi di Insigne e Mertens. L'audacia invocata in conferenza stampa Di Carlo la mostra anche con le sostituzioni, non aumentando il numero di giocatori difensivi ma gettando nella mischia Kiyine e Stepinski al posto di Pellissier e Obi. Il nigeriano ex Torino, prima di abbandonare il campo, era andato vicino al gl con una conclusione respinta da Karnezis. Il forcing della squadra di casa prosegue fino a fine partita, con il Chievo che non molla di un centimetro e che si fa veder in qualche circostanza in avanti. Due in particolare le occasioni in cui il Napoli avrebbe potuto segnare il gol della vittoria: una conclusione di Inglese che si stampa sul palo e una semirovesciata di Koulibaly, che manda il pallone fuori di poco. Dopo 4 minuti di recupero, il match termina on il risultato di 0-0.

Ottimo esordio per Di Carlo, che festeggia con un pareggio in casa della seconda in classifica il suo secondo ritorno sulla panchina clivense. Un punto che non avvicina di molto la zona salvezza, ma che fa morale soprattutto per la grande determinazione con cui è stato cercato ed ottenuto.

IL TABELLINO DEL MATCH:

Napoli-Chievo 0-0

S.S.C. Napoli: Karnezis, Malcuit, Albiol, Koulibaly, Hysaj (28’ st Rui); Ounas (14’ st Milik), Diawara (14’ st Allan), Zielinski; Callejon, Mertens, Insigne. A disposizione: Meret, Ospina, Maksimovic, Ghoulam, Ruiz, Luperto, Hamsik, Rog. Allenatore: Carlo Ancelotti.

A.C. ChievoVerona: Sorrentino, Depaoli, Bani, Rossettini, Barba; Obi (20’ st Stepinski), Radovanovic, Hetemaj; Birsa, Meggiorini (29’ st Cacciatore), Pellissier (16’ st Kiyine). A disposizione: Seculin, Semper, Cesar, Tanasijevic, Burruchaga, Leris, Grubac, Djordjevic. Allenatore: Domenico Di Carlo.

Arbitro: Sig. Daniele Chiffi di Padova.

Ammoniti: Diawara, Barba, Hetemaj, Rui.