D'Anna: "Pronti per il Crotone, serviranno sacrificio e personalità"

Le parole di D'Anna in conferenza stampa.
05.05.2018 16:55 di Paolo Lora Lamia  articolo letto 310 volte
Fonte: TGGialloblu.it
© foto di Marco Rossi/TuttoCesena.it
D'Anna: "Pronti per il Crotone, serviranno sacrificio e personalità"

Viglia di campionato delicata per il Chievo, atteso dallo scontro salvezza con il Crotone. Della sfida con i calabresi e di altri argomenti ha parlato oggi in conferenza stampa il tecnico Lorenzo D'Anna. Queste sono state le sue prime dichiarazioni: "La partita col Crotone è determinante, ma non è un mistero. Ci sono punti in palio per la salvezza, pesantissimi. Siamo pronti, ci siamo arrivati bene e le teste sono giuste come la voglia. Non rimane altro che scendere in campo e giocare. Per spuntarla ci vorrà ordine, sacrificio e molta personalità. I ragazzi dovranno aiutarsi a vicenda e per questo mi aspetto tanta compattezza soprattutto in chiave difensiva. In settimana tutti si sono messi a disposizione e nessuno s’è fatto trovare impreparato. La rosa sa che si sta per disputare una gara molto particolare. Ognuno di loro può considerarsi titolare. Ho visto nei ragazzi molta fiducia, ma è durante la gara che va dimostrata".

Sulla formazione di Zenga: "La posta in palio è alta, verranno qua per far bottino pieno anche perché vincendo, saranno matematicamente salvi. Le motivazioni ci sono per tutte e due le squadre. Sarà una bella partita e allo stesso tempo, delicata, brutta, sporca e cattiva. Dovremo essere bravi ad affrontare qualsiasi episodio che si verificherà".

Sul pubblico: "Abbiamo bisogno di tutti, del pubblico in primis. Il loro calore sarà fondamentale. Anche per questo le ultime sedute a Veronello le ho volute a porte aperte. La gente deve vedere l’impegno dei ragazzi e per il gruppo avere i tifosi vicino deve essere uno stimolo in più".

Su come sta la rosa: "Ho l’imbarazzo della scelta. Solo Bani e Depaoli hanno dei problemini. Valuteremo insieme se converrà schierarli o meno. Ho visto un gruppo in salute che mi ha messo in difficoltà".

Sul modulo: "I 3 davanti ci saranno. Poi vedremo per la disposizione. Potremo metterli in linea, o uno sotto e due sopra, oppure due sotto e uno sopra. La sostanza però non dovrà cambiare. Voglio che al nostro gioco ci sia profondità".