Chievo, altra prova d'orgoglio: col Parma finisce 1-1

La squadra di Di Carlo dà continuità al successo sulla Lazio.
28.04.2019 17:40 di Paolo Lora Lamia   Vedi letture
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Chievo, altra prova d'orgoglio: col Parma finisce 1-1

La vittoria contro la Lazio non è stato un episodio fortunato: il Chievo vuole chiudere al meglio la stagione e lo ha dimostrato anche oggi, al Bentegodi contro il Parma.

Nel primo tempo, dopo un inizio promettente da parte dei clivensi, la formazione di D'Aversa è uscita dl guscio facendosi minacciosa in avanti in un paio di circostanze. Il forcing parmense viene premiato al minuto 37', dal gol segnato di testa da Kucka sugli sviluppi di una punizione di Scozzarella. Il Chievo ha incassato il colpo, ma poi nella ripresa è sceso in campo decisamente più determinato. La seconda parte di gara è infatti quasi tutta di marca clivense, con la squadra di Di Carlo che prima va in gol con Barba (annullato per fuorigioco) e poi, al minuto 66', firma l'1-1 con Meggiorini su cross dalla sinistra di Vignato. Nel finale il Chievo prova addirittura a vincere, ma il Parma riesce a conservare il pareggio.

Con questo punto la squadra emiliana si avvicina ulteriormente alla salvezza matematica, mentre i veneti confermano di non voler fare da vittime sacrificali nelle ultime gare di campionato. Questo il tabellino del match:

Chievo-Parma 1-1

Marcatori: 37’ pt Kucka, 20’ st Meggiorini.

A.C. ChievoVerona: Semper, Bani, Cesar, Barba; Depaoli, Hetemaj (40’ st Karamoko), Rigoni N., Leris; Vignato (34’ st Kiyine); Stepinski (18’ st Pellissier), Meggiorini. A disposizione: Caprile, Tomovic, Andreolli, Frey, Ndrecka, Dioussé, Piazon, Pucciarelli, Grubac. Allenatore: Domenico Di Carlo.

Parma Calcio 1913: Sepe, Dimarco, Alves, Bastoni, Iacoponi, Gazzola (34’ st Sprocati); Barillà, Scozzarella (34’ st Rigoni L.), Kucka; Siligardi (42’ st Stulac), Gervinho. A disposizione: Frattali, Brazao, Gobbi, Sierralta, Machin, Dezi, Diakhate, Schiappacasse. Allenatore: Roberto D’Aversa.

Arbitro: Sig. Juan Luca Sacchi di Macerata.

Ammoniti: Cesar, Leris, Gazzola, Barba, Alves, Gervinho.