Castro da sballo: il Chievo ha la meglio sulla Fiorentina

Seconda vittoria consecutiva per i ragazzi di Maran.
 di Paolo Lora Lamia  articolo letto 190 volte
© foto di www.imagephotoagency.it
Castro da sballo: il Chievo ha la meglio sulla Fiorentina

Tra i match in programma oggi per la 7^ giornata di Serie A c’era anche Chievo-Fiorentina. Maran conferma il 4-3-1-2, puntando sulla voglia di riscatto dell’ex Tomovic che viene schierato come terzino destro. Pioli risponde con il 4-2-3-1, con il trio Benassi-Thereau-Chiesa a supporto dell’unica punta Simeone.

Buon avvio da parte del Chievo, che dimostra di voler giocare la partita a viso aperto. E’ però la Fiorentina a passare in vantaggio, con un colpo di testa di Simeone su cross dalla sinistra di Thereau. Due minuti più tardi, i gialloblù recuperano palla a metà a campo e vanno vicini al gol con Inglese, che conclude di poco a lato. Al minuto 14’, dopo che i viola hanno sprecato un pericoloso contropiede, il Chievo impensierisce nuovamente a retroguardia avversaria sugli sviluppi di un corner, quando Gamberini manda di testa il pallone alto sopra la traversa. Altra palla gol per il Chievo al minuto 21’ quando Inglese, pescato in area da Pucciarelli, non riesce a dare forza alla sua conclusione. Tre minuti più tardi, la squadra di Maran riesce finalmente a pareggiare: cross dalla sinistra di Birsa mancato da Biraghi, Castro stoppa il pallone e trafigge Sportiello. Il Chievo continua a premere orchestrando bene la manovra offensiva e sfiora il vantaggio al minuto 33’, con un colpo di testa di Inglese si cross di Hetemaj che termina alto sopra la traversa. Dopo un momento di grande difficoltà, la Fiorentina sfiora il nuovo vantaggio a cinque minuti dalla fine del primo tempo: Veretout su punizione pesca Simeone che, con un bel colpo di testa, costringe Sorrentino ad una miracolosa deviazione in corner. E’ l’ultima emozione della prima frazione di gioco, che termina con il punteggio di 1-1.

La ripresa inizia con gli stessi ventidue giocatori che hanno iniziato i primi 45 minuti. Le due squadre non hanno il tempo di risistemarsi sul terreno di gioco, che il Chievo firma il vantaggio: cross dalla sinistra vincente di Hetemaj sul secondo palo e perfetto colpo di testa di Castro, che sigla la sua doppietta personale. L’immediato vantaggio dà slancio alla formazione clivense, che si rende pericolosa poco dopo da corner con un colpo di testa di Gamberini bloccato da Sportiello. La Fiorentina prova a scuotersi al minuto 51’, provando la conclusione da fuori con Biraghi che viene murato dalla difesa clivense. Dopo questa occasione, nei viola Gil Dias prende il posto di Chiesa. La formazione di Pioli sembra aver accusato il gol subito, provando più con rabbia che con raziocinio a trovare il pareggio commettendo così diversi errori in fase d’impostazione. Il Chievo, dal canto suo, mostra una condizione fisica invidiabile e continua ad aggredire con grande continuità i portatori di palla gigliati, per poi riversarsi nell’area avversaria. Altro cambio per la Fiorentina al minuto 57’, con Saponara che prende il posto di Thereau. Primo cambio anche per il Chievo al minuto 63’, con Depaoli che entra in sostituzione di Tomovic. Al minuto 66’, dopo una fase di gioco passata maggiormente nella propria metà campo, i gialloblù tornano a farsi vedere in area avversaria: Castro premia l’inserimento in area di Birsa, che conclude troppo centralmente per impensierire Sportiello. A venti minuti dalla fine, Gamberini deve abbandonare il campo dopo una prestazione a dir poco sontuosa: al suo posto entra Cesar. Tre minuti dopo, Bastien sostituisce Birsa nel ruolo di trequartista. La Fiorentina, ormai da troppi minuti, non riesce a pungere in avanti e quindi, a quattordici minuti dalla fine, Pioli getta nella mischia Babacar al posto di Benassi. Nell’ultima parte del match il Chievo fa densità nella propria metà campo, lasciando il solo Inglese in avanti e cercando di chiudere tutti gli spazi nel momento in cui la Fiorentina cerca di avanzare. I gigliati non riescono a sfondare il muro clivense e, dopo 4 minuti di recupero, il match termina con la vittoria del Chievo per 2-1.

Secondo successo consecutivo per i ragazzi di Maran, che si attestano nella parte sinistra della classifica. Battuta una Fiorentina che ha confermato di essere ancora una squadra in piena costruzione, con annessi limiti di fluidità di manovra e di maturità. Questo il tabellino della gara:

Chievo-Fiorentina 2-1

Marcatori: 6’pt Simeone, 25’pt Castro, 1’st Castro.

A.C.ChievoVerona: Sorrentino, Cacciatore, Dainelli, Gamberini (25’st Cesar), Tomovic (18’st Depaoli), Castro, Radovanovic, Hetemaj, Birsa (28’st Bastien), Pucciarelli, Inglese. A disposizione: Seculin, Confente, Rigoni, Garritano, Stepinski, Gaudino, Leris, Bani, Pellissier. Allenatore: Rolando Maran.

ACF Fiorentina: Sportiello, Biraghi, Pezzella, Astori, Bruno Gaspar, Badelj, Varetout, Benassi (32’st Babacar), Thereau (11’st Saponara), Chiesa (6’st Gil Dias), Simeone. A disposizione: Dragowski, Laurini, Milenkovic, Sanchez, Eysseric, Olivera, Cristoforo, Lo Faso, Vitor Hugo. Allenatore: Stefano Pioli.

Arbitro: Sig. Piero Giacomelli di Trieste.
Ammoniti: Tomovic, Radovanovic, Varetout.