Birsa-Pellissier: Chievo corsaro a Palermo

La squadra di Maran torna al successo fuori casa contro la formazione rosanero.
 di Paolo Lora Lamia  articolo letto 365 volte
Fonte: chievoverona.it
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Birsa-Pellissier: Chievo corsaro a Palermo

Cuna prestazione fatta di attenzione, maturità e cinismo, il Chievo ha la meglio sul Palermo in casa dei siciliani. Corini si affida alla vena realizzativa di Nestorovski supportato da Quaison, mentre Maran risponde con il consolidato 4-3-1-2. Nella formazione gialloblù è presente Pellissier - preferito ad Inglese - come partner d’attacco di Meggiorini, mentre De Guzman sostituisce l’indisponibile Hetemaj a centrocampo.

Fin dai primi minuti sembra essere chiaro il canovaccio della partita: il Chievo punta più su un insistito possesso palla per arrivare in area avversaria, mentre il Palermo prova a riconquistare il pallone pressando alto i giocatori clivensi. Nei primi dieci minuti di gioco tale atteggiamento tattico dei rosanero non permette al Chievo di rendersi pericoloso, con i due attaccanti spesso isolati davanti. Al minuto 14’ però arriva, fulmineo, il vantaggio clivense: dopo un’azione rosanero il Chievo riparte in contropiede, con la palla che arriva in area sulla sinistra a Birsa ce con un gran diagonale porta avanti i suoi. Due minuti più tardi Pellissier si libera di Goldaniga e sfiora il 2-0 concludendo di poco sul fondo. Dopo una fase nella quale era andato in difficoltà, il Palermo reagisce e si rende pericoloso al minuto 23’: cross insidioso di Cionek dalla sinistra e provvidenziale deviazione di Sorrentino. Un minuto più tardi Jajalo impensierisce il portiere clivense su punizione. Mandando il pallone di poco a lato. Si fa avanti in il Chievo al minuto 27’: lancio dalla metà campo gialloblù per Meggiorini che sfugge ad Andelkovic e conclude sul fondo. Alla mezz’ora è Hilijemark invece a provare la conclusione, che però si spegne sul fondo. Al minuto 35’ gialloblù ancora vicini al raddoppio: Birsa premia il taglio verso il centro di Pellissier che conclude troppo centrale per impensierire Posavec. Pochi istanti più tardi Quaison interviene di testa su un ottimo cross dalla sinistra di Aleesami, ma un grande Sorrentino gli nega il gol deviando il pallone in corner. Nei minuti finali il risultato non cambia e le due squadre vanno a riposo con il Chievo avanti 1-0.

La ripresa - inizia con gli stessi ventidue giocatori che hanno terminato i primi quarantacinque minuti - inizia in maniera disastrosa per il Palermo. Al minuto 49’, infatti, un incredibile svarione difensivo di Goldaniga consente a Pellissier di trovarsi solo davanti a Posavec. Il capitano gialloblù scarta il portiere rosanero e segna il 2-0: si tratta del centesimo gol in Serie A da parte del numero 31 clivense. Pochi istanti dopo sempre Pellissier prova a concludere verso la porta, ma un difensore palermitano devia in angolo. La squadra rosanero prova poi a scuotersi con una conclusione di Rispoli deviata in corner da Sorrentino. Al minuto 55’ Meggiorini sfiora il 3-0 con un meraviglioso pallonetto al volo. Nel Palermo Bruno Henrique prende il posto di un Goldaniga assolutamente in cattiva giornata. Al minuto 60’ ci prova Rispoli - tra i più attivi nella formazione siciliana - da fuori, mandando il pallone sul fondo. In questa fase il Palermo prova a farsi pericoloso in avanti più con foga che con raziocinio, mentre il Chievo contiene per poi ripartire. Al sessantottesimo Corini prova a modificare ulteriormente l’assetto della sua squadra inserendo Sallai per Hiljemark, risponde Maran gettando nella mischia Izco al posto di Castro. Pochi istanti prima di questa doppia sostituzione, Quaison aveva provato la conclusione che però era stata murata da Frey. Al minuto 74’ Rigoni entra al posto di Meggiorini, con Birsa che va a fare l’attaccante e De Guzman il trequartista. A dieci minuti dalla fine Corini si gioca la sua ultima carta, inserendo Diamanti al posto di Cionek. Al minuto 85’, dopo una conclusione di De Guzman finita alta, arriva anche il terzo cambio per il Chievo con Inglese che entra al posto di un Pellissier applaudito da tutto il Barbera. Al minuto 89’ ci prova Sallai in rovesciata, ma il pallone finisce sul fondo. Dopo tre minuti di recupero, il match termina con la vittoria del Chievo per 2-0.

La squadra di Maran torna a vincere in trasferta - non accadeva dal 2 ottobre - e raggiunge quota 22 punti in classifica. Seconda sconfitta consecutiva per Corini da quando siede sulla panchina rosanero: per lui molto lavoro da fare in vista di una salvezza sempre più complicata.

Questo il tabellino della gara:

Palermo-Chievo 0-2

Marcatori: 14’ pt Birsa, 4’ st Pellissier

U.S. Città di Palermo: Posavec, Cionek, Andelkovic, Goldaniga (11’ st Corsini), Aleesami, Jajalo, Hiljemark (24’ st Sallai), Chochev (35’ st Diamanti), Rispoli, Quaison, Nestorovski.
A disposizione: Guddo, Fulignati, Vitiello, Trajkovski, Morganella, Pezzella, Embalo, Gazzi, Balogh.
Allenatore: Eugenio Corini.

A.C. ChievoVerona: Sorrentino, Frey, Gamberini, Dainelli, Gobbi; Castro (24’ st Izco), Radovanovic, De Guzman; Birsa; Meggiorini (29’ st Rigoni,), Pellissier (39’ st Inglese).
A disposizione: Seculin, Confente, Spolli, Sardo, Cesar, Costa, Bastien, Floro Flores.
Allenatore: Rolando Maran.

Arbitro: Sig. Paolo Tagliavento di Terni.
Ammoniti: Chochev, De Guzman.