Veronello, installata la criocamera di Sapio Life

Grossa novità in casa Chievo, società semre attenta alle innovazioni sul piano della medicina sportiva.
 di Paolo Lora Lamia  articolo letto 204 volte
Fonte: chievoverona.it
© foto di Lorenzo Di Benedetto
Veronello, installata la criocamera di Sapio Life

È stata installata quest’oggi al Centro Sportivo Veronello, l’innovativa criocamera mobile firmata Sapio Life che offre ai calciatori del ChievoVerona la crioterapia sistemica: 2-3 minuti in una stanza a bassissime temperature, tra i -120°C e -130°C, aiutano a prevenire e curare gli infortuni, ridurre le infiammazioni, migliorare il benessere fisico, recuperare dall'affaticamento muscolare e trattare lesioni muscolari come contratture, strappi o contusioni. L’esposizione al freddo avviene in assoluta sicurezza: l'azoto per il raffreddamento passa all’interno di scambiatori senza venire mai a contatto diretto con le persone trattate, eliminando il rischio di ustioni e di anossia.

“La terapia del freddo viene spesso usata nella traumatologia e nella medicina dello sport in molteplici situazioni – spiega Giuliano Corradini, Responsabile sanitario del ChievoVerona –. Normalmente si applica localmente, nella zona interessata; tantissimi protocolli di primo intervento prevedono l’uso del ghiaccio.  La crioterapia sistemica che abbiamo deciso di provare, avendo effetti antidolorifici, antinfiammatori e antiedemigeni trova indicazione in tante delle patologie sportive, inoltre è in grado di produrre effetti benefici anche sul recupero dallo sforzo fisico e sulla prevenzione degli infortuni. Fino ad adesso, anche noi come tante altre realtà dello sport, abbiamo sempre utilizzato sistemi che prevedevano l’uso di vasche d’acqua fredda in cui i nostri atleti rimanevano in immersione con gli arti inferiori per qualche minuto. Ritengo che l’utilizzo di un sistema come quello fornito da Sapio Life possa aggiungere qualità all’utilizzo del freddo in tutti quei trattamenti che la medicina dello sport usa da anni”.

“Siamo davvero entusiasti di poter collaborare con il ChievoVerona ma ancora di più, siamo felici e orgogliosi di mettere a disposizione dei suoi giocatori la nostra innovativa soluzione – commenta Marurizio Colombo, Vice Presidente di Gruppo Sapio –. La criocamera mobile di Sapio Life, è in grado di garantire il trattamento “Whole Body Cryotherapy” grazie al quale tutto il corpo, interamente esposto al freddo, può trarre maggiori benefici, rispetto alle criosaune in cui spalle e collo rimangano all’esterno”.

La criocamera mobile di Sapio Life è composta da due stanze: nella prima i calciatori sostano per circa 30 secondi a un temperatura di -60°C in modo da adattare il corpo al freddo. Una volta completato questo processo, entrano nella seconda in cui sostano per 1-2 minuti ad una temperatura compresa tra -110°C e -160°C, a seconda delle caratteristiche ed esigenze personali. L’esposizione a temperature così basse, anche per un periodo di tempo molto breve, innesca un meccanismo di difesa che stimola la circolazione sanguigna, il sistema endocrino, immunitario, il sistema nervoso centrale e migliora la condizione generale dell’organismo.

Grazie alla criocamera mobile di Sapio Life, il ChievoVerona è una delle poche squadre di calcio italiane all’avanguardia nel campo delle applicazioni della medicina sportiva.