Sampdoria su Depaoli: oggi incontro tra Osti e Campedelli

Dopo il corteggiamento nel mercato di gennaio, il club blucerchiato è tornato alla carica per il terzino destro classe '97.
28.05.2019 20:25 di Paolo Lora Lamia   Vedi letture
Fonte: Tuttomercatoweb.com
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Sampdoria su Depaoli: oggi incontro tra Osti e Campedelli

Chievo alle prese con numerose richieste per il suoi giocatori. Nonostante la stagione travagliata, conclusa all'ultimo posto, nelle file dei gialloblù si sono messi in mostra nomi che fanno gol a diverse società di Serie A. Tra questi c'è Fabio Depaoli, terzino destro classe '97 che piace particolarmente alla Sampdoria.

Come riportato da Gianlucadimarzio.com, nella giornata di oggi c'è stato un incontro a Milano tra il ds doriano Carlo Osti e il presidente clivense Luca Campedelli. Il dirigente blucerchiato ha rinnovato l'interesse per Depaoli, già manifestato nel corso del mercato invernale. In quella circostanza la trattativa non si chiude mentre, in vista della prossima stagione, la Samp vuole assicurarsi il giocatore il prima possibile anticipando la concorrenza.

Depaoli potrebbe dunque restare a giocare in massima serie dopo aver meritato sul campo questa categoria. Durante tutta la stagione  ha mostrato di essere maturo per il calcio dei grandi, ricevendo fiducia dai tre tecnici che si sono alternati sulla panchina del Chievo (Lorenzo D'Anna, Giampiero Ventura e Mimmo Di Carlo). 33 le sue presenze stagionali, impreziosite da 4 assist. Un rendimento che lo poteva portare via da Verona già a gennaio. Oltre alla Sampdoria, anche Parma, Genoa e Fiorentina hanno provato a prenderlo. Il Chievo però ha resistito, considerandolo imprescindibile per tentare il miracolo salvezza.

I veneti non sono riusciti a centrare il loro obiettivo e, in estate, difficilmente potranno confermare Depaoli. Non mancano le concorrenti alla Sampdoria, dato che qualche settimana fa anche il Torino aveva sondato il terreno per il giocatore. Si profila dunque una stagione di conferma in massima serie per il talento cresciuto nel vivaio del Chievo.