Nember: "Richieste per molti dei nostri, sul mio futuro..."

Nember ha parlato del mercato del Chievo e del suo futuro.
 di Paolo Lora Lamia  articolo letto 732 volte
Fonte: Tuttomercatoweb.com
© foto di Federico De Luca
Nember: "Richieste per molti dei nostri, sul mio futuro..."

Uno dei punti di forza del Chievo negli ultimi anni è stato senza dubbio il ds Luca Nember, che ha brillantemente raccolto l'eredità di un pezzo importante della storia clivense come Giovanni Sartori. In un'intervista rilasciata a Tuttomercatoweb.com, il dirigente gialloblù ha parlato delle strategie di mercato del Chievo e del suo futuro: "Per noi andare sul mercato è difficile, perché siamo soddisfatti di quel che abbiamo fatto. Chiaro che se dovessero arrivare situazioni migliorative le prenderemo in considerazione, ma senza urgenza. Castro, Radovanovic, Birsa: sono tutti giocatori richiesti e non solo loro. Prima di toccare un'intelaiatura che funziona, però, dobbiamo avere offerte che ci facciano intanto pensare.  L'idea è quella di non toccare la rosa. Ci sono stati dei contatti con la Cina per Birsa ma, affinchè si concretizzi la sua cessione, dobbiamo essere contenti in due. Castro è uno dei pochi box-to-box di quantità e qulità che abbiamo in Italia: spero che rimanga, poi sarà quel che sarà. Costa? Non c'è l'esigenza di sostituirlo: se dovesse andare via, dietro saremmo comunque sifficientemente coperti. Con Gilardino abbiamo parlato in estate, mentre ultimamente non lo abbiamo cercato. Floro Flores vuole dimostrare qualcosa qui, valuteremo il suo futuro insieme. Maran? In estate ci siamo presi un periodo per riflettere, che ha portato molti a pensare ad una rottura. Tutti volevamo prenderci il nostro tempo e, alla fine, siamo felici di essere ripartiti con lui. Devo ringraziare il mister, che ha creduto che il Chievo potesse allestire nuovamente una rosa competitiva. Il mio futuro? Spero che Campedelli mi tenga: prima di pensare di andare, è meglio pensare a confermarsi. Spero di eguagliare il mio predecessore Sartori, stando qui vent'anni. Qui sto benissimo".