Gravina: "Il Chievo ha le carte in regola per giocare la Serie B"

In occasione del Consiglio Federale in programma oggi, il presidente Gravina ha rassicurato i tifosi gialloblù dopo le notizie apparse oggi sui giornali
12.07.2019 15:35 di Paolo Lora Lamia   Vedi letture
Fonte: Tuttomercatoweb.com
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Gravina: "Il Chievo ha le carte in regola per giocare la Serie B"

Le turbolenze in casa Chievo sembrano non finire mai, almeno sul piano mediatico. Nella giornata di oggi, Il Corriere della Sera ha tirato in banno il club gialloblù nuovamente per il caso "plusvalenze fittizie" riguardante la scorsa estate. Secondo quanto riportato, la Guardia di finanza di Forlì ha autorizzato il sequestro preventivo di beni pari a 3,7 milioni di euro per quanto riguarda la società di Campedelli in merito a possibili illeciti commessi con la compravendita di giovani calciatori avvenuta tra i veneti e il Cesena.  Le ipotesi di reato sono di bancarotta fraudolenta, falso in bilancio e i reati tributari di emissione e utilizzo di fatture false.

Una situazione che rischia di mettere in pericolo la partecipazione del Chievo alla prossima Serie B, dopo un'iscrizione arrivata sul filo di lana. Un'ipotesi tuttavia non presa in considerazione dal presidente della Figc Gabriele Gravina, impegnato oggi in un Consiglio Federale quantomai importante per le sorti del calcio italiano.

Dopo la conclusione di tale incontro, Gravina ha risposto sulla situazione più o meno pericolosa del club di Campedelli: "Non abbiamo ricevuto comunicazioni in riferimento al Chievo. E' un club in regola e con tutti i parametri giusti per giocare in Serie B. E' evidente che sia un vantaggio nell'aver oggi definito un organico. Ci permette di vivere un'estate tranquilla".

Tranquillità che vorrebbero avere anche tesserati e tifosi del Chievo, vogliosi di riscattarsi dopo l'ultima deludente stagione. La speranza è che, dopo aver pagato la scorsa estate con 3 punti di penalizzazione e una serie di incertezze che hanno contribuito a rendere complicata la stagione, il Chievo non venga più tirato in ballo per una vicenda ormai conclusa.