Doppi ex, Franco Semioli: in Europa con Chievo e Samp

Tra i giocatori che hanno vestito le maglie di Chievo e Sampdoria c'è anche l'ex centrocampista Semioli.
25.12.2018 16:00 di Paolo Lora Lamia   Vedi letture
© foto di Federico De Luca
Doppi ex, Franco Semioli: in Europa con Chievo e Samp

Con i suoi cross e le sue galoppate sulla fascia ha fatto le fortune di tanti allenatori. Si tratta di Franco Semioli, uno dei giocatori che hanno vistato sia la maglia della Sampdoria che quella del Chievo. L’ex esterno di centrocampo ha ottimi ricordi in entrambe le piazze, con cui ha raggiunto traguardi storici per le due società.

Arrivato a Verona nell’estate 2003 dal Vicenza, Semioli è stato accolto a braccia aperte dal tecnico del Chievo Luigi Delneri. Il tecnico, infatti, ama i giocatori esterni in grado di esaltare il suo 4-4-2 e non tarda a renderlo uno dei punti fermi del suo scacchiere. 31 presenze e 2 gol il suo bottino nella prima stagione in Serie A, migliorato l’anno successivo. Stagione tribolata per il Chievo (salvo solo al termine dell’ultima giornata e passato qualche turno prima da Mario Beretta a Maurizio D’Angelo), nella quale Semioli è una delle certezze. L’esterno non solo conferma il rendimento del passato campionato, ma migliora sul piano realizzativo mettendo a segno 5 gol. Il campionato 2005/2006 è quello della consacrazione per il giocatore nato a Cirié. Sulla panchina del Chievo siede Bepi Pillon, amante del 4-4-2 come Delneri. Il mister dà piena fiducia a Semioli, che con Daniele Franceschini forma una delle coppie di esterni centrocampo migliori del campionato. Un’annata importante, grazie alla quale contribuisce alla qualificazione alla Coppa Uefa da parte del Chievo. Calciopoli trasformerà tale traguardo in una qualificazione ai preliminari di Champions League: esperienza poco fortunata per la compagine veronese. Il centrocampista si consola con l'esordio in Nazionale, avvenuto nel mese di agosto di quell'anno.

Al termine della stagione 2006/2007, conclusa dal Chievo con una dolorosa retrocessione, Semioli lascia Verona per passare alla Fiorentina. In viola resta due anni, avendo un buon rendimento ma senza riuscire a incedere come con la maglia gialloblù. In cerca di nuovi stimoli, nell’estate del 2009 Semioli veste la maglia della Sampdoria passata proprio in quei giorni da Walter Mazzarri a Luigi Delneri. Al giocatore non fa che piacere essere allenato dal tecnico che per primo gli ha dato fiducia in massima serie e i risultati, come da prassi, non tardano ad arrivare. Trascinata dalla coppia Cassano-Pazzini, esaltati da un collettivo in cui ogni giocatore dà il suo contributo, il Doria centra uno storico quarto posto con annesso pass per i preliminari di Champions League. Come avvenuto qualche anno prima con il Chievo, dopo la gioia è in agguato la delusione. La stagione successiva, a causa di un disastroso girone di ritorno, la Samp va incontro ad una clamorosa retrocessione.
 

Semioli resta a Genova un altro anno, per poi chiudere con le maglie di Vicenza e Chieri. Una carriera comunque ricca di soddisfazioni, arrivate in particolare con le maglie gialloblù e blucerchiata.