CHIEVO, FINALE NON COSI' SCONTATO. IL CALENDARIO LO DICE: SIAMO SICURI BASTERA'?

Altra sconfitta "premeditata" in quel di Udine. Anche se il Chievo ha dimostrato in questa stagione che l'imprevidibilità è sempre dietro all'angolo, c'è da stare ben concentrati nelle gare in cui i punti valgono "doppio" e le altre corrono di bru
08.04.2013 15:15 di Federico Vaccari Twitter:   articolo letto 1600 volte
© foto di Federico Gaetano
CHIEVO, FINALE NON COSI' SCONTATO. IL CALENDARIO LO DICE: SIAMO SICURI BASTERA'?

Probabilmente, senza quei 6 punti di penalizzazione del Siena, staremo qui a parlare di un'altra situazione. Un Chievo che va a sprazzi in una stagione che ha avuto un corso da montagne russe: picchi di gran Chievo, addirittura vittorie in cambi proibiti come Genoa, Roma, Cagliari. Insomma, andamenti da grande lottatrice confermati anche nella gara casalinga contro il Napoli.

Il solito Chievo, si direbbe. Poi tragici andamenti al rilento: Chievo scontato, Chievo poco inciviso e trasferte "vacanziere" che hanno definito poco l'entità vera della squadra di Corini. La trasferta di Udine, seppur salvata da qualche segnale confortante come la rete di Papp in chiusura di primo tempo, ha segnato il cammino a due facce del Chievo. Un cammino altalenante che probabilmente difficilmente comprometterà la Serie A, anche se ora Genoa e Palermo viaggeranno forte (minimo 4 vittorie per salvarsi) e il Chievo per essere sicura della salvezza dovrebbe evitare di perdere partite caslinghe come quella di domenica prossima contro il Catania, o evitare di perdere entrambe le partite contro Genoa e Palermo. Un calendario non agevole come sembra per il Chievo che dovrà affrontare anche la Roma. Più agevoli, infine, le partite contro Cagliari e Atalanta (all'ultima giornata). Ma vincere con queste ultime due, siamo sicuri basterà? Una situazione che si complicherebbe senza quei 6 punti di penalizzazione del Siena. Anche se per fortuna, così non è.

Un finale di stagione, quindi, non troppo tranquillo. Una salvezza già definita più o meno un mese fa, senza un'oggettiva analisi del cammino da qui alla fine di chi deve evitare la retrocessione.

Per carità, poi alla fine il Chievo potrà impressionare come ha già fatto, magari andando oltre alle attese in queste ultime finali.

Ma è giusto, secondo me, non stare troppo tranquilli come in queste settimane.

Le sorprese in questo campionato ci possono sempre essere. Genoa e Palermo lo stanno capendo soltanto adesso.

Siamo sicuri basterà?