Radovanovic: "Perso per colpa nostra, ci serva da lezione"

Queste le dichiarazioni di Radovanovic dopo la sconfitta interna con l'Atalanta.
 di Paolo Lora Lamia  articolo letto 140 volte
© foto di Daniele Buffa/Image Sport
Radovanovic: "Perso per colpa nostra, ci serva da lezione"

Il centrocampista del Chievo Ivan Radovanovic ha parlato in zona mista dopo la sconfitta casalinga contro l'Atalanta. Queste sono state le sue dichiarazioni, raccolte da Tuttochievoverona.it: "Nel girone d'andata abbiamo sbagliato due partite: a Crotone e oggi in casa con l'Atalanta. Siamo coscienti di questo e speriamo che, già in coppa contro la Fiorentina, si riveda il vero Chievo. Al di là delle qualità dell'avversario, oggi secondo me abbiamo sbagliato noi: abbiamo commesso atnti errori che solitamente non facciamo, ci deve servire da lezione. Non voglio entrare nei dettagli tecnici e tattici: per me oggi non siamo scesi in campo. Dobbiamo ricominciare a lavorare da domani e rialzare subito la testa. Nello spogliatoio ovviamente c'era grande tristezza, ma la società ci è subito stata vicina così come sicuramente faranno i tifosi. Non bisogna dimenticare il giorne d'andata che abbiamo fatto, sbagliando come ho già detto solo due partite. Mi auguro che continuiamo con questo ritmo, sbaglaindo una gara ogni dieci. Le sfide dopo la sosta sono sempre strane, ma lo sono anche per gli altri. Oggi abbiamo incontrato una squadra in forma, ma la nostra sconfitta è dipesa principalmente da noi. Siamo sempre gli artefici dei nostri risultati, sia positivi che negativi. I miei ricordi all'Atalanta? Ho fatto un anno nella Primavera nerazzurra e ricordo che in squadra con me c'era Bonaventura: si vedeva che era un fenomeno. Devo dire che loro hanno una grande società, che punta molto sui i giovani e i risultati, come sta accadendo quest'anno, si vedono".